•  
     
    Topic search: lavoro dipendente

  • GABRIELE CEROFOLINI BANDINELLI

    LAVORO – La prova del mobbing.

    (News & Articles)

    Mon Dec 17 10:31:50 CET 2018

    In ambito lavorativo, per “mobbing” (dall’inglese “to mob”, ovvero assaltare, aggredire in massa) si intende una condotta vessatoria, tenuta nei confronti del singolo dagli altri componenti del gruppo di lavoro, dal datore o superiore gerarchico. L’intento è persecutorio e di emarginazione, finalizzato all’esclusione della vittima dal gruppo. Si risolve generalmente in sistematici e reiterati comportamenti ostili, con prevaricazione e persecuzione psicologica, che portano all’umiliazione e all’e...


  • WORLDLAWBOOK .

    Demansionamento. Sì al risarcimento del danno biologico. La Sentenza della Cassazione

    (Link)

    Wed Nov 28 12:08:14 CET 2018

    È riconosciuta la patologia direttamente conseguente al demansionamento subito dal dipendente e per questo condannata la parte datoriale a risarcire il danno biologico. A stabilirlo la Sentenza n. 17365/2018 della Corte di Cassazione. La vicenda Il lavoratore, era stato demansionato, ovvero, si era verificata un'illegittima condotta datoriale e che l'adibizione a mansioni meramente manuali, con privazione di un apporto collaborativo nel contesto aziendale, senza più inserimento nei turn...


  • AVVOCATO MARIA VITTORIA MORSELLI

    Criteri di scelta nel licenziamento individuale: reintegrazione e tutela indennitaria - MoLegale

    (Link)

    Wed Aug 01 16:30:09 CEST 2018

    Licenziamento individuale fondato, ma il datore di lavoro che ha applicato criteri di scelta non corretti, il dipendente ha diritto alla tutela indennitaria


  • GABRIELE CEROFOLINI BANDINELLI

    LAVORO – Rischio specifico improprio e risarcimento del danno.

    (News & Articles)

    Tue Apr 03 11:28:56 CEST 2018

    Un infortunio sul lavoro è indennizzabile anche nelle ipotesi del cd.rischio improprio. In queste ultime, il sinistro occorso non è intrinsecamente connesso alla svolgimento delle mansioni tipiche svolte dal dipendente, ma è comunque riconducibile ad attività preparatorie, strumentali e connesse al soddisfacimento delle esigenze lavorative, con irrilevanza del carattere occasionale del relativo rischio. Esso non è pertanto strettamente insito nell'atto materiale della prestazione, ma è collega...


  • AVVOCATO MARIA VITTORIA MORSELLI

    Videoriprese nei luoghi di lavoro: legittime per la salvaguardia del patrimonio aziendale - Studio Legale M & O

    (Link)

    Thu Mar 08 17:53:42 CET 2018

    Possibile videosorveglianza del datore di lavoro che sospetta una condotta illegale del dipendente. Consulenza legale su sorveglianza nei luoghi di lavoro


  • GABRIELE CEROFOLINI BANDINELLI

    LAVORO – Se l’ordine è illecito, il lavoratore può disobbedire.

    (News & Articles)

    Mon May 22 07:29:27 CEST 2017

    Come comportarsi di fronte ad una richiesta del datore di lavoro che impone la commissione di un illecito? Trascendendo solo per un attimo dall’ambito giuridico, è indubbio che tale situazione ponga il dipendente in una posizione quanto mai scomoda. Da un lato la consapevolezza di violare la legge, dall’altro il timore di possibili ritorsioni gerarchiche, o addirittura la paura di perdere il posto di lavoro. Assecondare la richiesta o opporsi alla stessa implicherà sicuramente delle conseguen...


  • GABRIELE CEROFOLINI BANDINELLI

    LAVORO – Malattia, comporto e licenziamento del lavoratore.

    (News & Articles)

    Wed Apr 05 06:29:58 CEST 2017

    Durante la malattia, il lavoratore ha diritto di conservare il posto di lavoro per un determinato periodo temporale (cd.comporto), che varia a seconda del CCNL di riferimento. Superato tale limite massimo di tollerabilità dell’assenza, il datore di lavoro potrà procedere al licenziamento con elargizione di un’indennità e del TFR. Un’alternativa per il prolungamento del periodo di malattia è quello di ricorrere all’aspettativa non retribuita per motivi di salute, ma senza ricevere alcun tratta...


  • WORLDLAWBOOK .

    Immediatezza del licenziamento - Cassazione 10839/2016

    (Link)

    Wed Jun 08 14:54:27 CEST 2016

    La Cassazione civile sezione lavoro con sentenza del 25 maggio 2016, n. 10839 ha stabilito che il principio della immediatezza della contestazione dell'addebito e quello della tempestività del recesso datoriale devono essere intesi in senso relativo, potendo essere compatibili con un intervallo di tempo necessario per l'accertamento e la valutazione dei fatti contestati, così come per la valutazione delle giustificazioni fornite dal dipendente.


  • WORLDLAWBOOK .

    Licenziamento disciplinare: il giudice deve sempre valutare la proporzionalità

    (Link)

    Mon May 30 12:24:57 CEST 2016

    l giudice di merito investito della domanda con cui si chieda l’invalidazione di un licenziamento disciplinare, accertatane in primo luogo la sussistenza in punto di fatto, deve verificare che l’infrazione contestata sia astrattamente sussumibile sotto la specie della giusta causa o del giustificato motivo di recesso e, in caso di esito positivo di tale delibazione, deve poi apprezzare in concreto (e non semplicemente in astratto) la gravità dell’addebito, essendo pur sempre necessario che esso ...


  • AVVOCATO MARIA VITTORIA MORSELLI

    DIRITTO DEL LAVORO: LICENZIAMENTO PER I FURBI DEL CARTELLINO.

    (News & Articles)

    Sun May 29 20:08:58 CEST 2016

    Non si è trattata della mera violazione delle disposizioni dettate in materia di "formalità prescritte per la rilevazione ed il controllo delle presenze" bensì, come ha correttamente ritenuto la Corte territoriale, "un comportamento gravemente irregolare ed assolutamente anomalo, oltre che inadempiente agli obblighi inerenti il proprio ufficio, e contrario agli interessi del datare di lavoro, che si presenta idonea anche alla luce del "disvalore ambientale" che lo stesso assume con particolare r...


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search