• Rifiuti: misure di messa in sicurezza d’emergenza

WORLDLAWBOOK .

Rifiuti: misure di messa in sicurezza d’emergenza

(Link)


TAR Toscana Sez. II n. 739 del 29 aprile 2016
Rifiuti.Misure di messa in sicurezza d’emergenza

Il principio “chi inquina, paga” vale anche per le misure di messa in sicurezza d’emergenza secondo la definizione che delle misure stesse è fornita dall’art. 240, comma 1, lett. m), del d.lgs. n. 152 cit. (ogni intervento immediato od a breve termine, da mettere in opera nelle condizioni di emergenza di cui alla lett. t) in caso di eventi di contaminazione repentini di qualsiasi natura, atto a contenere la diffusione delle sorgenti primarie di contaminazione, impedirne il contatto con altre matrici presenti nel sito ed a rimuoverle, in attesa di eventuali ulteriori interventi di bonifica o di messa in sicurezza operativa o permanente). Infatti, anche l’adozione delle misure di messa in sicurezza d’emergenza è addossata dalla normativa in discorso al soggetto responsabile dell’inquinamento (art. 242 del d.lgs. n. 152\2006.). Si deve sottolineare che a carico del proprietario dell’area inquinata, che non sia altresì qualificabile come responsabile dell’inquinamento, non incombe alcun obbligo di porre in essere gli interventi in parola, ma solo la facoltà di eseguirli per mantenere l’area interessata libera da pesi.

Fonte: www.lexambiente.it

Tue May 31 12:40:07 CEST 2016




Read more

http://lexambiente.it/materie/rifiuti/83-giurisprudenza-amministrativa-tar83/12183-rifiuti-misure-di-messa-in-sicurezza-d%E2%80%99emergenza.html

Views 10

Forward

Forward

Share

Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search