• Offendere qualcuno sui social network è diffamazione anche se non ci sono i nomi

WORLDLAWBOOK .

Offendere qualcuno sui social network è diffamazione anche se non ci sono i nomi

(Link)


La Corte di Cassazione con la sentenza numero 16172 del 16 aprile scorso ha affermato che il reato di diffamazione, anche a mezzo internet, è integrato quando il soggetto la cui reputazione è lesa può essere identificato da parte di un numero limitato di persone, indipendentemente dalla specifica indicazione del suo nome e cognome. Nel caso oggetto della sentenza della Corte, un Maresciallo della Guardia di Finanza aveva pubblicato sulla sua bacheca Facebook la seguente frase: "...attualmente defenestrato a causa dell'arrivo di collega sommamente raccomandato e leccaculo...ma me ne fotto...per vendetta appena ho due minuti gli trombo la moglie", offendendo così la reputazione ed il decoro del collega che era stato nominato quale suo sostituto.

[continua]

Mon May 05 07:33:18 CEST 2014




Read more

http://www.luccaindiretta.it/component/k2/item/26203-offendere-qualcuno-sui-social-network-e-diffamazione-anche-se-non-ci-sono-i-nomi.html

Views 286

Forward

Forward

Share

Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search