• Il licenziamento di chi insulta il datore di lavoro

WORLDLAWBOOK .

Il licenziamento di chi insulta il datore di lavoro

(Link)


Corte di Cassazione sezione lavoro Sentenza 24 febbraio – 11 maggio 2016, n. 9635

Con sentenza depositata il 12.3.2013, la Corte d’appello di Potenza rigettava il gravame proposto dall’Istituto Provinciale di Vigilanza “La Ronda” di P.P.G. e confermava la sentenza di primo grado, che aveva dichiarato l’illegittimità dei licenziamento intimato dall’azienda a C.C., condannandola a reintegrarlo nel posto di lavoro e a risarcirgli i danni.

La Corte in particolare riteneva che gli addebiti contestati al lavoratore non valessero ad integrare gli estremi della giusta causa di recesso (e segnatamente la fattispecie dell’insubordinazione), dal momento che le espressioni ingiuriose rivolte ad un suo superiore gerarchico e indirettamente alla dirigenza tutta non si erano tradotte in un rifiuto di adempiere, essendo piuttosto espressive di un’abitudine lessicale, priva di intenti realmente offensivi e aggressivi.

Per la cassazione di questa pronuncia ricorre l’Istituto Provinciale di Vigilanza “La Ronda” affidandosi a tre motivi. Resiste C.C. con controricorso....

Fri May 20 11:10:50 CEST 2016




Read more

http://www.sentenze-cassazione.com/il-licenziamento-di-chi-insulta-il-datore-di-lavoro/

Views 64

Forward

Forward

Share

Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search