• Malattia professionale e mancato utilizzo dei dpi

WORLDLAWBOOK .

Malattia professionale e mancato utilizzo dei dpi

(Law Cases)


Date: 12/04/2016

Court: Cassazione Civile sezione Lavoro

Place: Roma

Number: 7125

Il caso
Un dipendente era ricorso contro la propria ditta adducendo di aver contratto, a causa delle mansioni espletate, una grave ipoacusia bilaterale. Lo stesso dipendente aveva invocato la responsabilità datoriale ex art. 2087 c.c. per non aver la società ottemperato ai propri obblighi di salvaguardia e tutela della salute dei lavoratori, (omissione di dotazione delle cuffie antirumore) e aveva chiesto la condanna con risarcimento del danno biologico patito in conseguenza della infermità contratta.

Sulla questione aveva ricorso in Cassazione la ditta, alla quale la Cassazione Civile, Sez. Lav., con sentenza del 12 aprile 2016, n. 7125, ha negato la fondatezza del motivo, “posto che la Corte di merito ha ritenuto provato, dalle testimonianze escusse e dalle altre circostanze di causa, ivi compresi gli accertamenti peritali, la morbigenità dell’ambiente di lavoro denunciata dal lavoratore, ed il nesso causale tra esso e la patologia lamentata dal lavoratore”.


La sentenza
L'utilizzo di altri sistemi (es. control room) non elimina certamente l’obbligo di sicurezza di cui all’art. 2087 c.c., che per il suo carattere di norma di chiusura del sistema protettivo …. impone comunque all’imprenditore di adottare tutte le misure che secondo l’esperienza e la tecnica siano in grado di tutelare e garantire l’integrità psico fisica del lavoratore, restandone quindi esclusi solo gli atti e comportamenti abnormi ed imprevedibili del lavoratore, idonei ad elidere il nesso causale tra le misure di sicurezza adottate e l’eventuale danno realizzatosi”

Wed Apr 20 13:55:25 CEST 2016



Views 32

Forward

Forward

Share

Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search