• Tessera professionale UE

RICCARDO ERNESTO DI VIZIO

Tessera professionale UE

(News & Articles)


Allegato See attachment

Commissione europea: al via consultazione pubblica sull'introduzione di una tessera professionale UE per infermieri, dottori, farmacisti, fisioterapisti, ingegneri, guide alpine, agenti immobiliari. E gli altri professionisti stanno a guardare?
Avv. Riccardo E. Di Vizio*
Il principio di libera circolazione dei lavoratori implica l’effettiva possibilità degli stessi di avere un significativo snellimento delle formalità burocratiche legate allo svolgimento della professione fuori dal proprio Paese di origine, ma all’interno del mercato comune europeo.
Ciò potrebbe essere assicurato dalla tessera professionale europea, introdotta dalla direttiva 2013/55/UE con previsione di un suo recepimento in Italia per il 2016.
Scopo della 'tessera' è facilitare il riconoscimento delle qualifiche professionali grazie ad un maggiore coinvolgimento delle autorità competenti nei Paesi d'origine dei professionisti e attraverso l'uso di procedure elettroniche.
Le professioni per le quali sarà possibile richiedere la tessera saranno individuate dalla Commissione mediante atti di esecuzione, secondo i seguenti criteri:
- esiste una significativa mobilità o una significativa potenziale mobilità nella professione interessata;
- esiste un sufficiente interesse delle parti interessate;
- la professione o l'istruzione e la formazione che portano alla professione sono regolamentate in un numero sufficiente di Stati membri.
La Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica per l'introduzione della tessera professionale europea per le seguenti professioni: infermiere, dottore, farmacista, fisioterapista, ingegnere, guida alpina, agente immobiliare. La consultazione è aperta alle autorità competenti, alle organizzazioni dei datori di lavoro, agli ordini e collegi, alle associazioni di categoria e professionali e si chiuderà il 2 giugno 2014.
E gli altri? Sarebbe oltremodo importante una mobilitazione del mondo degli ordini e delle associazioni di tutte le categorie, per assicurare il rispetto del principio di non discriminazione.
Fermo restando che l'introduzione della 'tessera' deve essere preceduta da una valutazione della sua adeguatezza per la professione e del suo impatto sugli Stati membri e che la consultazione permetterà alla Commissione di valutare se la 'tessera' è appropriata per le professioni interessate, è tempo di organizzarsi presso le amministrazioni competenti e le organizzazioni professionali per assicurare una fattiva partecipazione alla consultazione secondo criteri e modalità indicati nel sito della Commissione europea.
*DViuris Law Firm – UBE e GEIE Eurolawyers – www.dviuris.com – info@dviure.com

Wed May 21 07:33:22 CEST 2014




Read more

http://www.dviuris.com

Views 607

Forward

Forward

Share

Go To Full Profile Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search