• Straniero senza soldi, permesso ok

LUCA INSALACO

Straniero senza soldi, permesso ok

(News & Articles)


La mancanza di redditi non giustifica la revoca della carta di soggiorno. Lo ha confermato il Tar Lombardia - Milano (sentenza n.1477/2015), bocciando così la prassi di alcune questure di revocare il permesso di soggiorno a tempo indeterminato ai migranti che non siano più in grado di dimostrare la titolarità di un regolare rapporto di lavoro. Nel caso di specie i magistrati amministrativi erano chiamati a pronunciarsi sulla vicenda di un cittadino originario dello Sri Lanka, il quale si era visto revocare il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, ottenuto nel 2005, a seguito dell’istanza di aggiornamento del proprio documento presentata in Questura.

Il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo, noto a più come “carta di soggiorno”, è concesso a chi abbia un valido permesso di soggiorno da almeno cinque anni e sia in possesso di alcuni requisiti, quali la disponibilità di un reddito non inferiore all’assegno sociale e la disponibilità di un alloggio idoneo, nonché previo superamento di un test di conoscenza della lingua italiana. Condizioni, queste, indispensabili per il rilascio, ma necessarie anche per mantenere lo status di lungosoggiornante, almeno secondo la questura milanese.

Per la p.a., dunque, il sopravvenuto stato di disoccupazione dello straniero e quindi la mancata percezione di reddito, sarebbero valsi a dimostrarne la mancata integrazione nella società italiana, legittimando così l’esercizio del potere di revoca in autotutela del provvedimento, previsto dalla legge n.241/1990.

Di senso opposto la tesi del ricorrente, secondo il quale la revoca del titolo di soggiorno può essere giustificata solo da un giudizio di pericolosità del suo titolare per l’ordine pubblico e per la sicurezza dello Stato, la sola ipotesi prevista dall’art.9 del Testo Unico per l’immigrazione, che ha recepito una direttiva comunitaria del 2003.

Il Tar lombardo ha dato ragione allo straniero. La decisione conforta quei migranti che, con la perdita del posto di lavoro, sono diventati a rischio espulsione, pur risiedendo in Italia da molti anni.

Pubblicato su "Italia Oggi" dell'11.07.2015

Mon Jul 20 09:35:10 CEST 2015




Read more

http://www.italiaoggi.it/giornali/preview_giornali.asp?id=2002941&codiciTestate=1&sez=hgiornali&titolo=Stranierosenzasoldi,permessook

Views 298

Forward

Forward

Share

Go To Full Profile Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search