• Le Sezioni Unite della Cassazione chiariscono i presupposti per l'introduzione d...

LUDOVICO GAMBERINI

Le Sezioni Unite della Cassazione chiariscono i presupposti per l'introduzione del giudizio immediato

(News & Articles)


Allegato See attachment

La Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite con pronuncia n. 42979/2014 depositata in data 14 ottobre 2014 ha chiarito come l'inosservanza dei termini di 90 giorni e 180 giorni, rispettivamente richiesti per la richiesta di giudizio immediato "ordinario" e "custodiale", è rilevabile esclusivamente dal Giudice per le indagini preliminari e non anche dal Giudice del dibattimento, trattandosi di questione attinente al rito e non comportante alcun vulnus al diritto della difesa.
La Suprema Corte precisa infatti come "attesa la sua natura endoprocessuale e meramente strumentale all'interno della più ampia sequenza procedimentale di approdo alla fase dibattimentale, il provvedimento adottato dal Giudice per le indagini preliminari è insuscettibile di sindacato da parte del giudice dle dibattimento".
A dire della Suprema Corte di Cassazione, il decreto che dispone il giudizio immediato (sia esso tipico che c.d. custodiale) chiude, invero, una fase di carattere endoprocessuale assolutamente priva di conseguenze rilevanti ai fini dell'eventuale condanna.
Precisa altresì la Corte che "in un sistema tendenzialmente accusatorio, basato sulla centralità del dibattimento, una volta instaurato il giudizio immediato all'esito delle verifiche del giudice per le indagini preliminari, atteso il prevalente interesse dell'imputato alla celebrazione del giudizio in un tempo ragionevole".
Ne segue che la decisione del Giudice per le indagini preliminari di ammettere il giudizio immediato non può essere oggetto di ulteriore sindacato.

Sun Oct 26 08:41:15 CET 2014



Views 315

Forward

Forward

Share

Go To Full Profile Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search