• LAVORO – La prova del mobbing.

GABRIELE CEROFOLINI BANDINELLI

LAVORO – La prova del mobbing.

(News & Articles)


In ambito lavorativo, per “mobbing” (dall’inglese “to mob”, ovvero assaltare, aggredire in massa) si intende una condotta vessatoria, tenuta nei confronti del singolo dagli altri componenti del gruppo di lavoro, dal datore o superiore gerarchico. L’intento è persecutorio e di emarginazione, finalizzato all’esclusione della vittima dal gruppo. Si risolve generalmente in sistematici e reiterati comportamenti ostili, con prevaricazione e persecuzione psicologica, che portano all’umiliazione e all’emarginazione del destinatario, ledendo il suo equilibrio psicofisico.

Gli intenti che lo caratterizzano e il protrarsi degli atteggiamenti per un certo lasso temporale lo distinguono dagli atti illeciti isolati, come la dequalificazione del dipendente.

L’illegittimità del mobbing è stata ricondotta all’obbligo ex art.2087cc del datore di lavoro di adottare le misure necessarie per tutelare l’integrità fisica e morale del lavoratore.

Nella specie, la giurisprudenza suole distinguere due forme di condotte persecutorie, ossia....

- CONTINUA AD APPROFONDIRE SU CERNAIALEGALE.IT TRAMITE IL LINK SOTTOSTANTE -

Mon Dec 17 10:31:50 CET 2018




Read more

http://www.cernaialegale.it/2018/12/17/prova-mobbing/

Views 533

Forward

Forward

Share

Go To Full Profile Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search