• L’usura originaria del mutuo bancario e la non applicabilità degli interessi: la...

MAURIZIO TIDONA

L’usura originaria del mutuo bancario e la non applicabilità degli interessi: la considerazione del tasso moratorio al fine del superamento del tasso-soglia dell’usura e le conseguenze sul credito della banca

(News & Articles)


La Corte di Cassazione ha recentemente deciso, con la sentenza n. 350 del 9 gennaio 2013, che ai fini dell'applicazione dell'art. 1815 c.c. e dell'art. 644 c.p. si considerano usurari gli interessi che superano il limite stabilito nella legge al momento in cui sono promessi o comunque convenuti a qualunque titolo, e quindi anche a titolo di “interessi moratori”.

Secondo tale assunto, il calcolo del tasso soglia oltre il quale il mutuo diventa usurario (le modalità di calcolo saranno descritte a breve), deve considerare anche il tasso moratorio, per le ragioni che saranno approfondite.

Il ragionamento della Suprema Corte si fonda principalmente sull’interpretazione data dalla Corte Costituzionale nella sentenza n. 29 del 25 febbraio 2002, che ha deciso che il riferimento agli interessi a qualunque titolo convenuti - contenuto nel D.L. n. 394 del 2000 (Interpretazione autentica della legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni in materia di usura), e precisamente dell’art. 1, comma 1 - rende plausibile l'assunto secondo cui “il tasso soglia riguarda anche gli interessi moratori”.

La Corte Costituzionale, nella sentenza n. 29/2002, ha affermato altresì che il regime civilistico della nullità delle clausole contenenti la pattuizione di interessi usurari è del tutto distinto dal profilo penalistico, ed in sé autosufficiente, e questo sarebbe confermato dal fatto stesso che il legislatore del 1996 (Legge n. 108/1996 sull’usura) ha provveduto a riscrivere tanto la norma di cui all'art. 644 cod. pen. quanto, separatamente, quella di cui all'art. 1815, secondo comma, cod. civ. Da ciò consegue, nell’interpretazione del giudice delle leggi, che non è neppure necessaria la contestazione di una fattispecie penale (quella prevista all’art. 644 cod. pen.) per ottenere la dichiarazione di nullità civilistica, della clausola del mutuo che sia ritenuto usurario, ai sensi dell’art. 1815 cod. civ., quale norma da ritenersi autonoma e in sé sufficiente.

La Corte Costituzionale, sempre nella sentenza n. 29/2002, ha anche precisato che la ratio della legge n. 108 del 1996, che risulta con chiarezza dai lavori preparatori, è quella di contrastare nella maniera più incisiva il fenomeno usurario, e tale finalità è stata perseguita da un lato rendendo più agevole l'accertamento del reato, attraverso l'individuazione di un tasso obiettivamente usurario e la trasformazione dell'approfittamento dello stato di bisogno, di difficile prova, da elemento costitutivo del reato a circostanza aggravante, dall'altro inasprendo le sanzioni penali e civili connesse alla condotta illecita (artt. 1 e 4 della legge).

La decisione della Corte di Cassazione n. 350/2013 che ha statuito la nullità della clausola del mutuo bancario considerando rilevante, ai fini del calcolo del tasso-soglia, anche il tasso moratorio, ha già avuto seguito nella giurisprudenza di merito.

Si dà cenno, in tale filone, alla sentenza n. 342 del 18 febbraio 2013 della Corte d'Appello di Venezia che ha deciso che il principio di cui all’art. 1815, comma 2, cod. civ., vale per qualsiasi obbligazione pecuniaria e, quindi, non soltanto per quelle sub specie d’interessi corrispettivi ma anche per quelle sub specie d’interessi moratori; dal che, ove, al momento della relativa pattuizione, il tasso d’interesse, corrispettivo o moratorio che sia, superi il tasso soglia, la relativa clausola è nulla.

Secondo la giurisprudenza richiamata, per l’effetto, nessuna somma è dovuta a titolo di interessi, ed il mutuatario ha diritto alla restituzione di tutte le somme indebitamente pagate a questo titolo, oltre gli interessi legali.

(continua la lettura al link)

Fri Feb 21 11:18:52 CET 2014




Read more

http://www.tidona.com/pubblicazioni/20140221.htm

Views 1361

Forward

Forward

Share

Go To Full Profile Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search