• Internazionalizzazione: nuovi ed interessanti aiuti alle imprese da Simest, Banc...

RICCARDO ERNESTO DI VIZIO

Internazionalizzazione: nuovi ed interessanti aiuti alle imprese da Simest, Banca mondiale e SACE

(News & Articles)


Avv. Maurizia Venezia*
Gli ultimi dati relativi al PIL ed alla crescita del tessuto connettivo industriale italiano non sono affatto incoraggianti. La tanto attesa ripresa economica si sta facendo attendere in un quadro finanziario di imprese e famiglie sull’orlo del collasso. L’apertura a nuovi mercati attraverso sedi secondarie estere, uffici di rappresentanza, joint venture, ATI, GEIE, reti di impresa trasnazionali è prospettiva sempre più allettante per le nostre aziende.
Vi è infatti a livello mondiale ed anche all’interno del mercato comune europeo un novero di economie con prospettive di crescita importanti anche nell’immediato futuro, tenuto conto dei dati quali lo sviluppo economico reale, l’aumento del PIL, e la crescita dei volumi d’affari delle imprese. Ad aiutare le nostre imprese nel processo di internazionalizzazione vi sono diversi strumenti.
Ad esempio quelli messi in campo da SIMEST, la Società Italiana per le imprese all’Estero controllata da Cassa Depositi e Prestiti con una presenza azionaria privata (banche e sistema imprenditoriale), la quale: può acquisire partecipazioni nelle imprese all’estero fino al 49% del capitale sociale, sia investendo direttamente che attraverso la gestione del Fondo partecipativo di venture capital; può acquisire a condizioni di mercato partecipazioni minoritarie al capitale sociale di società italiane e/o loro controllate UE, che sviluppino investimenti produttivi di innovazione e ricerca; sostiene i crediti all’esportazione di beni di investimento prodotti in Italia, finanzia gli studi di prefattibilità, fattibilità ed i programmi di assistenza tecnica.
La partecipazione della finanziaria consente all’impresa italiana l’accesso alle agevolazioni (contributi agli interessi) per il finanziamento della propria quota di partecipazione nelle imprese fuori dell’Unione Europea;
Inoltre, ricordiamo l’importanza e l’efficacia degli interventi messi in campo dalla Banca Mondiale, che ha di recente pubblicato il Monthly Operational Summary (MOS), documento è dedicato ad imprese e professionisti in cerca di nuove opportunità di internazionalizzazione su cui sono presenti i nuovi progetti che la Banca intende finanziare. Tra questi, nuove opportunità di business sono previste in Africa, Asia e America.
Il MOS fornisce, con cadenza mensile, la lista dei progetti in pipeline, ossia in corso di negoziazione tra la Banca e le autorità locali che beneficeranno del prestito.
Infine, Iccrea BancaImpresa (la banca per lo sviluppo delle imprese clienti del Credito Cooperativo – Gruppo bancario Iccrea) e SACE (il gruppo assicurativo – finanziario che sostiene le imprese italiane nei loro di piani di crescita all’estero) hanno rinnovato due plafond, del valore complessivo di 130 milioni di euro, per sostenere le aziende che vogliono investire o accrescere la loro presenza e competitività all’estero.
Con il primo accordo rinnovato si è portato a 30 milioni il plafond per i finanziamenti a breve termine ad aziende che vogliono intraprendere progetti di internazionalizzazione, e che hanno necessità di capitale circolante per l’acquisizione di contratti all’estero.
Con il rinnovo del secondo accordo, invece, è stato aumentato il plafond messo a disposizione delle imprese per i finanziamenti a medio e lungo termine, fino a 100 milioni di euro, per le piccole e medie imprese con un fatturato non superiore ai 250 milioni di euro, di cui almeno il 10% rivolto ai mercati esteri.
Il prestito deve essere finalizzato a investimenti quali, tra gli altri, costi di impianto e ampliamento, brevetti e marchi, acquisto di immobili, terreni e attrezzature, acquisizione di partecipazioni, realizzazione di joint-venture, costi promozionali e pubblicitari, partecipazione a fiere in Italia e all’estero, spese per tutelare il Made in Italy, riqualificazioni e rinnovo delle strutture e dei macchinari e per la realizzazione di impianti per la produzione di energia alternativa.
*Dviuris Law Firm – UBE e GEIE Eurolawyers – www.dviuris.com – info@dviure.com

Wed Jun 04 16:38:16 CEST 2014




Read more

http://www.dviuris.com

Views 257

Forward

Forward

Share

Go To Full Profile Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search