• I versi di disappunto "Buuuuu" contro giocatori di colore allo stadio non sono m...

LUDOVICO GAMBERINI

I versi di disappunto "Buuuuu" contro giocatori di colore allo stadio non sono mere manifestazioni di pensiero.

(News & Articles)


Allegato See attachment

La Suprema Corte di Cassazione, Terza sezione penale, con sentenza 12351 depositata il 17 marzo 2014, ha dichiarato legittimo il divieto di accesso agli impianti sportivi, con concomitante obbligo di presentazione agli uffici di polizia, nei confronti di soggetti responsabili di aver rivolto nel corso di una partita amichevole tra Pro Patria e Milan, nei confronti di giocatori di colore del Milan (in particolare Boateng) versi di disapprovazione (Buuuuuu) non appena tali giocatori venivano in possesso del pallone, ritenendo che tale condotta, lungi dal costituire una forma di manifestazione, sia pure incivile, di dissenso o di critica, presenta evidenti connotati di carattere razzista, trovando radice soltanto nello spirito di odio ed avendo quale unico fine quello di ghettizzare determinate persone in ragione del colore della pelle.
Nel caso di specie la Corte ha ritenuto privo di difetto la motivazione del giudice che ha inteso il significato del verso "buuuuuuu" rivolto a giocatori di colore come tipico riferimento all'ululato delle scimmie, portando dunque all'identificazione del giocatore nero come appartenente alla famiglia dei primari con evidenti connotati di carattere razzista.
Si osserva invero come non si possa tuttavia connotare a modesto avviso dello scrivente il verso "buuuuu" unilateramente di connotato razzista ed occorra dunque sempre valutare il contesto del caso.

Sat Mar 22 17:57:20 CET 2014



Views 295

Forward

Forward

Share

Go To Full Profile Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search