• Con il D.L. 146/2013 l'art. 73 c. 5 DPR 309/90 configura una fattispecie autonom...

LUDOVICO GAMBERINI

Con il D.L. 146/2013 l'art. 73 c. 5 DPR 309/90 configura una fattispecie autonoma del reato

(News & Articles)


Con sentenza emessa l’8 gennaio 2014 la Corte di cassazione ha affermato che la nuova formulazione dell’art. 73, comma 5, d.P.R. n. 309 del 1990, introdotta dall’art. 2 del decreto legge 23 dicembre 2013, n. 146, configura un titolo autonomo di reato per fatti di lieve entità riconducibili alle altre previsioni contenute nel medesimo art. 73.
Ciò comporta come primo effetto immediato che il più breve termine di prescrizione di sei anni previsto per tale reato ex art. 157 comma 1 cod. pen., debba applicarsi anche retroattivamente, a norma dell’art. 2, comma quarto, cod. pen. (Cass. pen., Sez. VI, 8 gennaio 2014 n.1).
Ad onor del vero tale modifica legislativa pare di rilevante importanza non tanto per la riduzione della pena massima da 6 a 5 anni, posto che in concreto ritengo che la pena massima sia stata raramente (se non mai) applicata, ma proprio per la configurabilità di un reato autonomo in sostituzione della precedenza circostanza attenuante ad effetto speciale.
La prescrizone massima della nuova fattispecie autonoma del reato (allorquando non vi siano recidive) risulta dunque ora pari ad anni 7 e mesi 6.

Sun Jan 12 07:36:03 CET 2014



Views 1422

Forward

Forward

Share

Go To Full Profile Follow

Comments

Nothing to display

Add your comment


  • Log in or Register
  • Log in
  • Sign Up
  • Search